Ubicazione: Via LatteaDistesa di MinosSistema Arrae Secondo pianeta

Prerequisito: Priorità: La Cittadella II (Mass Effect 3)

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Gellix è stato ceduto ai Krogan dopo la Guerra dei Rachni, ma dopo essere stato a lungo conteso durante la Rivolta dei Krogan è stato riconquistato dai Turian, che si sono così ritrovati in possesso di un pianeta basato su destro-amminoacidi, che non possono abitare ma che non vogliono abbandonare.

Cooperando con il Protettorato Vol, i Turian hanno cercato di affittare il pianeta per la colonizzazione: il prezzo richiesto e la superficie zeppa di ordigni bellici inesplosi, però, hanno tenuto lontano da Gellix molti potenziali inquilini, con l'eccezione di alcune colonie penali. Per coloro che lo conoscono oggigiorno, Gellix è il simbolo di uno spreco incommensurabile: un intero pianeta-giardino praticamente dimenticato dalla galassia.

Voce del Codex[modifica | modifica sorgente]

Gellix, secondo pianeta del sistema Arrae, è un mondo parzialmente abitabile con ghiaccio e montagne a perdita d'occhio.

Il pianeta divenne una colonia penale umana subito dopo la sua scoperta, nel 2161, ma l'Alleanza dei Sistemi fu costretta a chiudere i penitenziari già nel 2179 per via dei pessimi standard di sicurezza, motivo di numerose azioni legali ancora in corso.

Poco dopo la chiusura delle prigioni, alcune corporazioni intergalattiche si sono insediate sul pianeta creando miniere, depositi logistici e altre strutture.

Missioni[modifica | modifica sorgente]

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.