FANDOM


Disambiguous Questo articolo riguarda Saren Arterius in generale. Per informazioni e tattiche per combatterlo, guarda Saren.
“La tua specie deve imparare a stare al suo posto, Shepard.”

Saren Arterius, nato nel 2139, è il membro turian che abbia servito più a lungo negli Spettri, gli agenti scelti che rispondono direttamente al Consiglio della Cittadella. Per 24 anni, è stato un agente della volontà del Consiglio, uno zelante difensore della stabilità galattica nella regione turbolente del Confine di Skyllian.

Panoramica Modifica

I registri ufficiali degli Spettri sono secretati, ma si sa che Saren seguì la tradizione dei turian ed entrò nell'esercito all'età di 15 anni. Nel 2155, fu promosso al servizio attivo dopo solo un anno di addestramento, anche se non è chiaro se la sua unità fu coinvolta o meno in battaglie contro le forze umane durante la guerra del Primo Contatto del 2157.

Nel 2159, diventò il turian più giovana a essere accettato negli Spettri. Intelligente, astuto e capace, Saren sviluppa presto una reputazione di spietata efficienza. Sebbene ci fosse un numero allarmante di voci sulla brutalità dei suoi metodi, i risultati erano innegabili.

Negli ultimi anni, Saren è diventato un fervente oppositore dell'espansione umana. Come molti altri non umani, crede che l'Alleanza dei Sistemi sia diventata troppo aggressiva nei suoi sforzi di affermare il popolo della Terra come specie dominante nello spazio della Cittadella. Storicamente, ci sono specie che hanno impiegato secoli per ottenere ciò che l'umanità ha ottenuto in meno di uno, e altre che hanno una posizione "inferiore" nella Cittadella paragonate all'umanità, nonostante facessero parte della Cittadella da molto più tempo.

Si dice che il suo specismo abbia avuto origine nella guerra del Primo Contatto, quando i turian attaccarono Shanxi. Nel 2165, Anita Goyle informa David Anderson che Saren ha perso un fratello nella guerra e che da allora detesta gli umani.[1] Dopo la loro missione fallita insieme, Saren e Anderson mantengono un disprezzo reciproco.

Saren ha poco riguardo per la vita. Non vede il salvare vite come una priorità, a meno che il Consiglio non lo ritenga necessario, o se non ci sono informazioni da raccogliere. Rimane il miglior agente del Consiglio, malgrado i suoi registri: Saren può essere spietato e calcolatore, ma ottiene risultati. Segue due principi, il primo: "Mai uccidere nessuno senza un buon motivo" e il secondo: "Puoi sempre trovare una ragione per uccidere qualcuno".


Mass Effect: Evolution Modifica

Young Saren during First contact war
In seguito alla guerra del Primo Contatto nel 2157 EC, Saren si occupa di sorvegliare i prigionieri Jack Harper ed Eva Coré. Li sta riportando alla stazione Arcturus quando, dopo aver completato il suo compito, Eva aggredisce suo fratello, Desolas. Saren allontana Eva da lui, quindi si unisce a Desolas a bordo della nave e lascia la stazione. Poi, quando Jack ed Eva vanno in cerca del manufatto che hanno trovato su Shanxi, Saren tende loro un'imboscata con diverse guardie del corpo di Desolas prima che Eva e Jack fuggano. Mentre fuggono per i corridoi, una delle guardie cattura Jack ed Eva, ed è il loro vecchio compagno, Ben Hislop.

Mentre Eva supplica Ben di lasciar andare Jack, Saren arriva e ordina a Ben di liberare Jack, e di prendere Eva. Eva cerca di scappare su una scala, ma Ben la fa schiantare a terra. Mentre Ben sta esaminando il relitto, si imbatte nel corpo incosciente di Eva, e ha un momento di lucidità. Tuttavia, Saren lo manda in frantumi ordinandogli di portare subito Eva alla nave.

Tornato sul pianeta natale dei turian, Palaven, Saren avvicina suo fratello nel Tempio di Palaven per dirgli che i servi di Desolas, travestiti da "sacerdoti valluviani", non sposteranno il manufatto nel tempio, anche dopo che gliel'ha ordinato in quel linguaggio che Desolas ha riportato alla luce. Saren continua dicendo che erano disposti ad apparire con Desolas e indossare i mantelli, ma non andranno oltre più di quanto non devono. Dopo che Desolas ha una breve conversazione con uno di loro, dicendogli che sposteranno il manufatto non appena il colonnato sarà sgombro. Saren dice che non gli piace, dato che non lo servono, ma a loro importa solo del Monolito. Tuttavia, Desolas confida di poter usare il Monolito per controllarli efficacemente, e anche per replicare le circostanze che hanno potenziato le abilità di Harper senzo ridurlo a un mutante senza mente. Desolas vuole usare il Monolito per far evolvere la specie turian al prossimo stadio, che Saren soprannomina meta-turian, in modo che possano mettere la loro specie in cima al dominio della galassia.

Saren diventa sospettoso dello scavo dei meta-turian ai livelli inferiori del tempio. Incontrando non intenzionalmente Eva e Harper, scoprono che i meta-turian stanno portando alla luce un secondo monolito. Harper spiega che i loro antichi antenati turian costruirono questo tempio per nascondere il monolito in modo che potessero proteggere la loro specie. E con due manufatti sul pianeta, i meta-turian diffonderanno i suoi effetti su Palaven e oltre.

Dopo aver capito l'estensione della follia di Desolas, Saren distrugge il Tempio, con Desolas e le sue guardie del corpo ancora all'interno, dicendo che certi segreti devono restare tali e giura di vendicare suo fratello.


Mass Effect: Revelation Modifica

Nel 2165, Saren sta indagando su un traffico illegali di armi su Juxhi. Un gruppo mercenario, i Grim Skull, formato in parte da umani, sta comprando armi da dei mercanti turian, cosa che Saren prende come un fatto personale. Dopo aver ucciso quasi tutti i mercenari e i mercanti, Saren interroga l'unico sopravvissuto, che cerca di avere salva la vita dandogli informazioni. Saren scopre che le armi, in origine, erano destinate ai Sole Blu, che stavano pianificando una grossa operazione, ma si sono ritirati all'ultimo minuto per evitare l'attenzione degli Spettri.

Saren si interessa alle loro attività, e rintraccia un membro dei Sole Blu, un batarian di nome Groto Ib-ba, mettendolo all'angolo al Santuario, un bordello d'alta classe. Saren tortura pazientemente Ib-ba per avere informazioni e viene a sapere di molte delle azioni dei Sole Blu su Sidon. Dopo che Ib-ba gli ha detto di Kahlee Sanders e del cacciatore di taglie krogan che Edan Had'dah le ha mandato dietro, Saren rompe il collo di Ib-ba e segue Skarr per trovare Kahlee, volendo delle prove che l'Alleanza stia agendo illegalmente su Sidon.

SS6
Saren trova Skarr su Elysium e interviene quando il krogan attacca la casa di Jon Grissom. Salva Kahlee, insieme a David Anderson e Jon Grissom, quindi interroga Kahlee riguardo Sidon. Saren accetta la sua bugia sul fatto che sia stato un terreno d'addestramento per i biotici umani, ma resta sospettoso. Sapendo che Skarr è la chiave per scoprire la verità, Saren usa i suoi contatti per accertare la prossima mossa del krogan. Dopo che Skarr distrugge l'impianto dellaDah'tan Manufacturing su ordine di Had'dah, c'è un'unica superstite, una femmina batarian di nome Jella, che è stata un contatto di Had'dah. Jella è rimasta gravemente ustionata nell'attacco, ma riesce a dare a Saren il nome di Had'dah in ospedale prima che Saren la lasci morire.

Volendo eliminare Had'dah, Saren decide di rivelare l'estrazione di Kahlee Sanders da Camala, sapendo che Had'dah avrebbe abboccato all'esca. Dopo che Kahlee viene catturata, Saren si ritrova a dover lavorare con David Anderson per ordine del Consiglio, presumibilmente per valutare Anderson come possibile candidato Spettro. Tuttavia, i due si detestano a vicenda fin dall'inizio; Saren ha un odio universale per gli umani, e Anderson disprezza i metodi brutali di Saren.

In realtà, a Saren non importa di salvare Kahlee; vuole solo trovare Had'dah, insieme al dottor Shu Qian, dato che si sta interessando sempre più al manufatto che i due hanno scoperto. Quando Saren e Anderson si dirigono alla raffineria di elemento zero dove Kahlee è tenuta prigioniera, Saren lascia proseguire Anderson, dopodiché abbandona il piano, distruggendo la raffineria. Saren trova Had'dah e il dottor Qian mentre si nascondono. Uccide il dottore seguendo il suggerimento di Had'dah che l'irrazionalità di Qian l'ha reso inutile; dopodiché, nonostante Had'dah cerchi di negoziare dicendo che senza di lui, gli ci vorranno anni per usare le loro ricerche, Saren uccide anche il batarian, dicendo che è paziente, e prende le loro ricerche.

Successivamente, Saren dà un rapporto molto negativo su Anderson al Consiglio, affermando che ha allertato le guardie della raffinerai e mandato a monte l'operazione. Saren si dedica poi a usare la ricerca del dottor Qian per trovare questo manufatto e usarlo, credendo di aver trovato un'arma per controllare i geth e umiliare l'umanità una volta per tutte.


Mass Effect Modifica

Alleanza con le macchine Modifica

Benezia Saren Aboard Sovereign Post EdenPrime
Dop o l'acquisizione del manufatto, le attività di Saren restano un mistero. L'unico rapporto di quel periodo giunge da Urdnot Wrex, che era stato assunto, insieme ad altri mercenari, per attaccare dei mercantili, tra cui una nave commerciale volus. Mentre Wrex cercava qualcosa di valore, vide Saren passeggiare per la nave, ignorando i mercenari che gli parlavano. Wrex non sapeva perché Saren aveva scelto di attaccare il mercantile; non c'era nulla di valore a bordo, almeno per quanto ne sapeva, ma il krogan aveva un brutto presentimento sul lavoro e se ne andò senza aspettare di essere pagato. Il suo istinto aveva ragione; in una settimana, tutti gli altri mercenari che erano stati coinvolti furono trovati morti. Ancora non si sa perché Saren abbia attaccato il mercantile, o se abbia mai trovato ciò che stava cercando.

Durante questo tempo, Saren fa i suoi ultimi preparativi per scoprire il manufatto del dottor Shu Qian, e incontra la Sovereign. Tramite l'antico Razziatore, scopre il destino delle molte civiltà degli eoni passati. Anziché usare la Sovereign come arma, come aveva intenzione di fare, Saren decide di salvare le specie della galassia aiutando i Razziatori, dimostrando ai Razziatori il valore degli organici, in modo che vengano risparmiati. Crede che la servitù sia la risposta logica, anziché combattere istintivamente fino alla fine.

Tuttavia, la Sovereign ha altri piani. Più tempo Saren passa al servizio della Sovereign, più indottrinato diventa. Il suo libero arbitrio viene progressivamente indebolito e soppiantato dai desideri del Razziatore, e i valori del suo popolo in cui Saren crede ancora — che i bisogni personali di un individuo sono sempre subordinati alle necessità della collettività — vengono distorti così gradualmente che Saren resta certo di essere nel giusto. Lentamente, Saren diventa il più potente e visibile agente della Sovereign. Potendo cominciare i piani che la Sovereign aveva pianificato per secoli mentre il Razziatore teneva nascosta la sua vera natura, Saren agisce come agente della Sovereign in prima linea, non rivelando mai il vero nemico. I geth vengono richiamati dal Velo di Perseo per servire la Sovereign, vedendo l'enorme nace come il loro nuovo dio e Saren come il loro 'profeta'. La Matriarca Benezia si allea con Saren nel tentativo di fargli seguire una strada migliore, ma finisce con l'essere indottrinata. Lei diventa così la più potente alleata di Saren.

L'intervento di Shepard Modifica

Saren commette orrendi crimini contro i cittadini della galassia, uccidendo coloro che aveva giurato di proteggere, usando le persone per i suoi esperimenti e addirittura assassinando il suo vecchio amico e compagno Spettro, Nihlus Kryik. Quando una sonda prothean viene dissotterrata sulla colonia umana di Eden Prime, Saren conduce lì i geth per usare la sonda e scoprire degli indizi che lo porteranno al Condotto, dato che il messaggio inviato attraverso la sonda era codificato in modo tale che solo le menti organiche potessero comprenderlo.

Eden Prime - Saren betrayal
Ma il tentativo di Saren di distruggere la colonia di Eden Prime per coprire le sue tracce fallisce quando la nave dell'Alleanza SSV Normandy risponde più rapidamente di quanto Saren avesse previsto. Il Comandante Shepard guida una squadra di terra per mettere al sicuro la sonda, solo per scoprire che Saren e i geth sono i responsabili dell'attacco alla colonia. Saren viene poi informato che Shepard è entrato in contatto con la sonda, e decide di eliminare il comandante.

Dopo i primi rapporti al Consiglio delle attività da rinnegato di Saren, il Consiglio si rifiuta di credere che uno dei loro Spettri più decorati li abbia traditi. Durante un'udienza, Saren nega di aver ucciso Nihlus, anche se è stato visto da uno scaricatore di porto, Powell, dicendo di aver saputo degli eventi di Eden Prime accendendo ai file di Nihlus dopo la sua morte. Per di più, il suo passato con Anderson complica ulteriormente le cose, e il Consiglio non trova prove per incriminarlo. A causa di ciò, Shepard è costretto a trovare altre prove del tradimento di Saren mentre quest'ultimo, saputo che il Comandante è sulle sue tracce, rimane libero di agire.

Evitando gli assassini leali a Saren, l'indagine di Shepard porta il Comandante a una giovane quarian di nome Tali'Zorah nar Rayya durante il suo Pellegrinaggio, la quale è in possesso di un file audio preso da un geth distrutto che dimostra che Saren ha attaccato Eden Prime. Saren corrompe uno dei contatti dell'Ombra, Fist, per assicurarsi che la quarian verrà messa a tacere, ma Shepard salva sia Tali che la registrazione. Grazie alle nuove prove, il Consiglio revoca lo stato di Spettro di Saren, ma fa ben poco per rallentare i progressi di Saren.

La caccia al Condotto Modifica

Accompagnato dalla Matriarca Benezia — che cerca di guidarlo verso la retta via, ma finisce invece per essere parzialmente indottrinata dalla Sovereign — Saren continua a dare la caccia al Condotto mentre costruisce il suo esercito. Vuole rinforzare i geth con i rachni, riportati in vita grazie all'uovo di una regina trovato su una nave alla deriva, grazie all'influenza di Saren e agli investimenti nella Binary Helix. Un bonus della regina rachni è la conoscenza genetica della posizione del portale Mu, che Benezia estrae a forza dalla mente del rachni. Saren crede che il portale Mu lo porterà al Condotto. Su Feros, Saren sacrifica una potente alleata, Shiala, al Thorian per ottenere la conoscenza sul Cifratore. Ciò gli permetterà di comprendere la visione, ma ne mancano ancora della parti. Temendo che anche Shepard possa ottenere il Cifratore, Saren ordina ai geth di distruggere il Thorian per coprire le sue tracce.

Ma soprattutto, trova una cura per la genofagia in modo da allevare, controllare e manipolare i krogan. Insieme ai geth, Saren crede che presto avrà un esercito inarrestabile per portare avanti il volere della Sovereign.

Tuttavia, Saren comincia a preoccuparsi sempre di più del potere dell'indottrinamento della Sovereign, temendo che possa influenzare il suo comportamento. Nella sua base operativa sul remoto pianeta tropicale di Virmire, che ospita la sua struttura di allevamento di krogan, Saren aggiunge un enorme laboratorio per studiare gli effetti dell'indottrinamento. Recluta degli scienziati, come Rana Thanoptis, e ordina loro di fare esperimenti sui salarian che le sue forze hanno catturato da una squadra di ricognizione e spionaggio.

Saren(Biotics)
Dalle ricerche, Saren scopre che più il controllo della Sovereign è esteso su un individuo, meno diventa cosciente di sé. Non appena la Sovereign ha visto Saren come una risorsa utile, Saren credeva che sarebbe rimasto padrone della sua mente. Saren si convince che la Sovereign abbia bisogno di lui per trovare il Condotto e che i Razziatori gli offriranno la grazia in cambio. Cionondimeno, cresce in lui il timore di essere indottrinato, sospettando che la Sovereign possa manipolare i suoi pensieri.

Dopo essere stato cacciato su diversi pianeti, Saren incontra finalmente Shepard faccia a faccia su Virmire. Durante la battaglia, Saren cerca di reclutare Shepard alla sua causa. Il Comandante dice a Saren che è indottrinato, e che la Sovereign lo sta manipolando così subdolamente che non capisce cosa gli sta succedendo. Saren nega queste affermazioni e fugge, sfuggendo per poco all'esplosione nucleare che distrugge il complesso.

Ma le parole di Shepard hanno impiantato il seme del dubbio nella mente di Saren. La Sovereign vede la sua convinzione mentre inizia a vacillare, e potenzia Saren con degli impianti, rendendolo cibernetico e totalmente devoto alla causa dei Razziatori. Saren vede se stesso come "il futuro", un vero cyborg, una fusione di organico e macchina, che comprende "la forza di entrambi, le debolezze di nessuna."

"Unisciti a noi." Modifica

Il confronto successivo tra Shepard e Saren avviene sul pianeta prothean perduto di Ilos, dove è nascosto il Condotto. Mentre Shepard viene ritardato dal Consiglio, che crede che un blocco possa impedire a Saren di attaccare la Cittadella, Saren riesce a raggiungere Ilos per primo. Il Condotto, ora attivato, permette a Saren di raggiungere la Cittadella, superando le sue difese esterne, mentre la Sovereign e una flotta geth assalta la Cittadella dall'esterno. Dopo aver ucciso gli operatori del Controllo Cittadella, Saren si fa strada verso l'unità di controllo principale della Cittadella, con l'intenzione di trasferire il controllo della Cittadella alla Sovereign per attivare il portale galattico dormiente, aprendo la strada al resto dei Razziatori in arrivo dallo spazio oscuro. Tuttavia, Saren viene interrotto, quando Shepard e la squadra di terra di Ilos arrivano di corsa, seguendo Saren attraverso il Condotto.

SarenHusk1
Shepard può convincere Saren che, indottrinato o no, può ancora fermare la Sovereign. Saren si suicida sparandosi alla testa, per impedire che apra il portale della Cittadella, non prima di sussurrare, "Addio, Shepard. Grazie." Altrimenti, Shepard è costretto ad affrontare Saren in cima alla piattaforma del Consiglio. alla fine del combattimento, Saren precipita giù dal pavimento di vetro delle camere del Consiglio e viene fatalmente impalato da un grosso frammento di vetro. La squadra di Shepard si assicura che Saren sia morto sparando alla testa dello Spettro rinnegato. Tuttavia, la Sovereign rianima il corpo del turian, carbonizzando la carne di Saren e rivelando l'estensione dei "potenziamenti" cibernetici.

Controllando il cadavere di Saren e parlando con la sua voce, la Sovereign fa combattere al turian un'ultima battaglia. Shepard e la squadra riescono a distruggere l'orrido costrutto, e il sintetico di Saren viene disintegrato. La distruzione dell'avatar corrompe il segnale usato dalla Sovereign per controllare il corpo di Saren e le fa perdere il controllo degli scudi, permettendo alla flotta dell'Alleanza di distruggerla.

Nonostante la vittoria, Shepard sa che Saren aveva ragione. Primo poi i Razziatori torneranno, e Shepard giura che troverà un modo per fermarli.


Mass Effect: Ascension Modifica

L'influenza di Saren gli è sopravvissuta. Pubblicamente, l'attacco alla Cittadella è stato attribuito a uno Spettro rinnegato che guidava un'armata di geth, mentre la vera natura della Sovereign è rimasta segreta.

Ma ciò è bastato ad attrarre l'interesse dei quarian. Questi ultimi iniziano a scavare nella storia personale di Saren, in cerca di indizi che mostrino come facesse a controllare i geth. Contattano anche Kahlee Sanders, che aveva brevemente incontrato Saren nel 2165. Dopo che iniziano a circolare le voci sul fatto che Saren usasse un Razziatore per violare il sistema di intelligenza dei geth, i quarian cominciano a chiedersi se possano trovare un altro Razziatore e fare lo stesso. Tuttavia, per gran parte della galassia, l'eredità di Saren resta quella di un traditore.


Mass Effect 2 Modifica

Nel 2185, il Consiglio non vuole ammettere la verità sulla minaccia dei Razziatori, insistendo che Saren aveva piegato i geth al suo volere con il suo carisma e usando come capro espiatorio per continuare a negare la minaccia dei Razziatori.

Per la missione lealtà di Kasumi Goto, una statua d'oro di Saren viene forgiata e data in dono a Donovan Hock dopo l'arrivo alla sua festa. Tuttavia, è solo un cavallo di Troia, dato che nasconde le armi e la corazza di Shepard per infiltrarsi nella tenuta di Hock. Shepard, tuttavia, fissa con astio la statua in un'occasione, ricordando il turian che rappresenta.

Curiosità Modifica

SarenConceptArt
  • È stato Saren ad appuntare Avitus Rix come Spettro.
  • Secondo The Art of Mass Effect, il braccio sinistro di Saren è, in realtà, un braccio geth innestato.
  • Ci sono diverse aperture cibernetiche visibili dietro la testa di Saren durante gli eventi di Eden Prime, che non si possono vedere subito sull'ologramma di Saren durante il primo incontro del Consiglio, così come il suo braccio sinistro artificiale. Anche l'apertura sulla sua gamba sembra non esserci.
  • La piattaforma che Saren cavalca durante gli scontri era stata originariamente pensata per essere usata dai soldati geth (vedi The Art of Mass Effect), ma è stata resa poi esclusiva per Saren. Come tutta la tecnologia geth, ha un riflettore per 'occhio' e può essere controllata usando gli impianti cibernetici di Saren.
  • I primi concept di Saren lo ritraevano con un'uniforme diversa, nera ed elegante, oltre che brandire una spada o bastone che doveva incalanare i suoi poteri biotici (vedi The Art of Mass Effect). Ciò è stato modificato per rendere Saren una figura corazzata e militaresca.
  • La corazza di Saren è acquistabile per gli avatar maschili di Xbox Live, per 3.99 $.

RiferimentiModifica

  1. Karpyshyn. D: Capitolo 19, pagina 278. Mass Effect: Revelation. Orbit Books, 2007.
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.